Tu sei qui

Progetti

AccoglienzaLa scuola dell’infanzia attua un Progetto di accoglienza volto a favorire un sereno inserimento degli alunni in ingresso nella nuova realtà scolastica.

Dopo una attenta osservazione da parte delle insegnanti già nei primi giorni di scuola i bambini sono invitati a conoscere l’ambiente scolastico, i nomi dei compagni e delle maestre e a partecipare alle attività di gioco libero, a giochi organizzati, a muoversi nello spazio scuola con sicurezza, a conoscere e utilizzare manipolando i vari materiali… il tutto attraverso una metodologia specifica, la scansione dei tempi e la routine della giornata.

L’attività di lettura nella scuola dell’infanzia ha l’obbiettivo di promuovere la capacità dei bambini di riconoscere ed esprimere emozioni, pensieri e desideri, di stabilire rapporti con gli altri condividendone le conoscenze. La condivisione dello spazio alla biblioteca civica permette la creazione di un ambiente in cui ogni stimolo presente sia riconducibile al libro e ai suoi significati.

Gli alunni ogni anno assistono alla visione di un  film, la cui proiezioni si svolge presso il cinema Silvio Pellico. La proiezione  viene utilizzata come strumento di comunicazione importante nel percorso educativo scolastico e  promuove la riflessione su diverse tematiche attraverso la visione di film di animazione.

PsicomotricitàI bambini  migliorano la conoscenza del proprio corpo e delle sue potenzialità… attraverso il movimento e il gioco. Il progetto prevede un percorso di esperienze, attività e giochi psicomotori, attraverso i quali i bambini possono sperimentare, conoscere, interiorizzare la propria corporeità.

vigili vigiliLa motivazione che sta alla base della realizzazione di un progetto di educazione stradale nella scuola dell’infanzia è quella di favorire nei bambini l’acquisizione di comportamenti adeguati e sicuri per la strada. I bambini incontrano il vigile urbano e dopo aver osservato da vicino il suo abbigliamento conversano e giocano con lui.

ColoreIl laboratorio di espressione del colore è uno spazio destinato ai bambini per imparare a usare la materia colorata seguendo il proprio desiderio del momento, le emozioni, le stimolazioni e il piacere che dall’esperienza stessa potranno emergere. 

EuropaIl progetto Europa è un progetto d’Istituto. E’ strutturato in attività che si svolgono nelle singole scuole e in momenti di incontro tra i bambini di tutti gli ordini E’ un progetto che consente a tutte le scuole dell’Istituto di lavorare insieme, in vista di un evento finale che è l’espressione conclusiva della collaborazione, aspetto fondamentale di tutto il progetto.

 Attraverso un percorso giocoso e coinvolgente, i bambini iniziano a familiarizzare con suoni e vocaboli della  lingua spagnola.

ll progetto è stato ideato allo scopo di perseguire attraverso un percorso unitario la duplice finalità di promuovere il piacere della lettura e l’interesse verso i libri. La condivisione dello spazio biblioteca con la scuola primaria Rodari  permette la creazione di un ambiente in cui ogni stimolo presente sia riconducibile al libro e ai suoi significati, si pone inoltre come momento di continuità tra la scuola dell’infanzia e la scuola primaria.

""L’importanza di alcune feste: accoglienza, Natale, Carnevale, festa di fine anno  danno la possibilità ai bambini di intuire il significato dei termini di pace, amicizia, solidarietà e tradurli in concreti atteggiamenti nel vissuto quotidiano.

E’ un progetto nazionale che suggerisce un approccio didattico che soddisfa sia la natura della

struttura sintattica delle discipline scientifiche sia tutte le raccomandazioni che emergono dai vari studi

condotti sull’insegnamento/apprendimento delle scienze è quello investigativo o Inquiry‐ Based Science Education (IBSE). Infatti, valutazioni formulate sui risultati di alcuni monitoraggi, lo indicano come l’approccio che meglio di altri permette lo sviluppo di competenze scientifiche di alto livello.

Il metodo IBSE si sviluppa attorno ai seguenti principi:

 l'esperienza diretta è al centro dell'apprendimento della scienza.

Gli allievi devono avere un'esperienza diretta con i fenomeni che stanno studiando perché  l'esperienza diretta è la chiave alla comprensione dei concetti e  gli allievi acquisiscono una conoscenza del mondo intorno a loro più corretta, attraverso le loro esperienze;

gli allievi devono capire e fare propria la domanda o il problema che è il fulcro del loro lavoro.
condurre un'indagine scientifica richiede che gli allievi sviluppino molte abilità.

Ci sono molte abilità importanti in una indagine scientifica, quali quelle di osservare, di porre domande, di

fare previsioni, di progettare indagini, di analizzare dati e supportare le affermazioni con le evidenze

sperimentali. Tra queste numerose abilità, una delle più importanti è quella di osservare con attenzione e di

saper determinare che cosa è importante da osservare;

 apprendere la scienza non significa soltanto “sperimentare”, ma anche ragionare, comunicare e

scrivere sia per sé che per gli altri.

 la scienza è un'attività di cooperazione.

Sito realizzato da Nadia Caprotti e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.67 del 08/05/2019 agg.20/05/2019